Thu, 06 Aug 2020 13:00:00 +0200

Gordon Murray T.50, brivido a tre posti.

A A A

Potenza, leggerezza e prestazioni da brivido per tre persone. La nuova T.50, supercar sviluppata dal marchio inglese Gordon Murray Automotive è stata realizzata ispirandosi agli stessi principi che hanno portato nel 1993 alla creazione della McLaren F1. Cos’hanno in comune queste due auto? Lo stesso progettista: Gordon Murray. La produzione della T.50 è limitata a 100 esemplari, le cui prime consegne sono previste per gennaio 2022.

La sportiva assicura prestazioni da brivido grazie al peso dichiarato di soli 986 chilogrammi mossi dall’aspirato benzina V12 da 3,9 litri abbinato al cambio manuale a sei marce, in grado di sviluppare una potenza di 663 cavalli e 497 newtonmetri di coppia. I 100 fortunati si porteranno a casa la T.50 a un prezzo di 2,3 milioni di sterline (oltre 3 milioni di euro). “Quest’auto prende spunto dalla F1, ma ogni aspetto è stato migliorato grazie a trent’anni di progressi tecnologici”, dice Murray.

Ha un ventilatore aerodinamico 

Lunga 4,35 metri, larga 1,85 e alta 1,16 l’hypercar inglese compatta ha un design minimalista, con superfici pure e linee tondeggianti. “Abbiamo voluto che la T.50 fosse elegante e rifuggisse inutili minigonne, alettoni e grandi prese d’aria che oggi troviamo nella maggior parte delle auto sportive ma che in alcuni casi non sono neanche funzionali”, continua il progettista inglese.

La pulizia formale generale lascia il posto allo spettacolo quando si aprono le portiere ad ali di gabbiano incernierate nel parafango anteriore e quando si nota la grande ventola posizionata al centro della coda. Il dispositivo è un ventilatore aerodinamico di 400 millimetri di diametro che aspira l’aria dal fondo per incrementare l'aderenza. L’energia per la ventola viene fornita da un motore elettrico integrato nel sistema propulsivo.

Guidatore al centro 

Gli interni sono tra gli elementi più caratteristici della vettura. Come sulla McLaren F1 il guidatore è posizionato al centro: “Nella T.50 l’abitacolo è stato progettato intorno alla figura del pilota. Chi guida infatti ha tutti i comandi a disposizione e facilmente raggiungibili. E’ come se si trovasse all’interno di una bolla ergonomica”, continua Murray. A destra e a sinistra del pilota ci sono i due posti per i passeggeri.

Secondo quanto dichiarato dal costruttore inglese, ogni elemento della T.50 è realizzato a mano su misura per il cliente: dal motore alla trasmissione, dalle finiture degli interni alla pedaliera in titanio. “Tutto può essere personalizzato a piacimento, ma a una condizione: l’obiettivo rimane il raggiungimento di prestazioni assolutamente eccezionali”.  


Indietro